Molti software sono destinati ad operatori (utenti) specializzati, che vengono addestrati al loro uso. Questo non succede nel mondo del web, che vede connettersi un enorme numero di persone molto diverse tra loro. E che perciò ha bisogno di un’interazione tra utente e software immediata, cioè intuitiva.

 

Una definizione di usabilità

Il precedente articolo, Qualità del software: un’introduzione, terminava dicendo che la qualità di un sito web considera in modo particolare il software visto dalla parte dell’utente. Questo significa che per il software web, per un sito web, è fondamentale il concetto di usabilità, che si può definire come la capacità del software, se usato nelle giuste condizioni, di essere di facile comprensione, apprendimento ed utilizzo.
Più un software deve essere utilizzato da un gran numero di persone diverse, più la sua qualità dipende dalla facilità di utilizzo, e più i tempi di apprendimento devono essere ridotti. Se già in un programma tipo Word od Excel è fastidioso dover girare per tutti i menu prima di trovare un comando, il funzionamento ad esempio di una app per smartphone deve essere compreso immediatamente, altrimenti l’utente semplicemente esce, non la usa, la elimina.

L’interfaccia grafica

Indicazioni stradali

[CC 3.0 pasqualeborriello.com via Flickr]

Per l’interazione tra utente e software la progettazione dell’interfaccia grafica diventa un passaggio molto delicato. Ogni ambiente (MacOS, Windows, iOS, Android, ecc.) abitua i suoi utenti a dei comportamenti spontanei che standardizzano la reazione dell’utente all’interfaccia grafica, rendendo più intuitivo l’uso del software. Non rispettarli non solo confonde l’utente, ma gli dà l’impressione che il programma o la app “non funziona”. Nei siti web, l’utente è ormai abituato ad avere i contenuti ordinati in un certo modo, per esempio una barra dei menu in alto con un pulsante “home” a sinistra, e non rispettare questa sua aspettativa potrebbe fargli apparire la navigazione troppo complessa.

Non sprecare il tempo dell’utente

Per un sito web (software) è fondamentale soddisfare pienamente le aspettative di chi lo utilizzerà: questo requisito implica una serie di caratteristiche tutte legate al fatto che l’utente web ha una risorsa scarsa: il tempo. Se a colpo d’occhio non trova nel sito ciò che cerca, o peggio ancora il sito ci mette troppo a caricarsi, torna su Google e clicca su un altro link. E un sito che non viene letto è un sito che non serve a nulla. Il criterio principale è quindi quello di non far perdere tempo all’utente soddisfacendo il motivo per cui è entrato nel sito web nel modo più immediato possibile.

Tre criteri per un sito web usabile

Possiamo così già dare, tra le varie possibili, tre prime misure concrete della qualità di un sito web vista come usabilità.

1) Produttività: il contenuto. In che modo un sito web può essere “produttivo”? Offrendo all’utente ciò che cerca nel minor tempo possibile. La produttività è quindi essenzialmente una questione di contenuto, che deve essere completo, pertinente, ma al tempo stesso chiaro, conciso, immediatamente identificabile e per quanto possibile multimediale. L’utente però deve poter decidere se visualizzare il contenuto multimediale o no: non c’è niente di più fastidioso di video e musichette che partono da sole.

2) Comprensibilità: la navigazione. Anche il contenuto più valido e completo non si fa trovare da solo. La navigazione deve essere intuitiva: menu e link devono trovarsi lì dove l’utente si aspetta di trovarli, e devono avere un comportamento prevedibile, senza troppi “effetti speciali”. L’utente deve sempre sapere dove si trova all’interno del sito.

3) Attrattività: la grafica. Nella grafica pubblicitaria, le idee migliori sono quelle che riescono ad essere allo stesso tempo “belle” e “semplici”. Anche per la grafica web è lo stesso. È essenziale capire il contesto: i siti  web dedicati all’arte, alla moda, al design avranno sempre bisogno di una grafica più elaborata, a patto che questa non comprometta la fruizione del contenuto, la comprensibilità e in generale la funzionalità del sito web. Naturalmente, il sito deve essere visualizzato in modo corretto sia da tutti i browser che da tutti i dispositivi.

 

Diagramma usabilità

Per approfondire

Bill Cole, What is software usability?, The Rocket Software Blog, https://blog.rocketsoftware.com/2014/11/software-usability/.
R. Pettenò, L’evoluzione nella valutazione della Qualità in Uso dei siti Internet, http://dspace.unive.it/handle/10579/4085, tesi di laurea.
Pagina Website Design del sito UsabilityFirst, http://www.usabilityfirst.com/.
Il sito Usabile.it, “usabilità, accessibilità ed interaction design a misura d’uomo”, è interamente dedicato all’usabilità, in tutti i suoi aspetti: http://www.usabile.it/.